Scambio di provette durante fecondazione assistita

Tu sei qui:

Scambio di provette durante fecondazione assistita, come chiedere risarcimento danniSi è trattato di uno scambio di provette quello che ha visto protagonista una donna ha deciso di abortire a causa di un errore dell’ospedale durante la fecondazione assistita. La donna era infatti stata fecondata per errore con il seme di una persona diversa, la paziente aveva chiesto 500mila euro di risarcimento danni, mane sono stati riconosciuto 10mila a lei e 3.500 al marito.

Scambio di provette durante la fecondazione assistita, la vicenda:

I due coniugi di Padova, protagonisti a loro spese dell’accaduto, da anni provavano ad avere figli, ma senza riuscirvi. Per questo avevano deciso di ricorrere alla fecondazione assistita. Ma a causa di quello che il Giudice ha definito “un errore materiale nella gestione delle provette” il seme del coniuge è stato scambiato con quello di un altro uomo. I sanitari dell’ospedale si sarebbero accorti dell’accaduto, ma per la donna era ormai tardi. Le due possibilità prospettate alla paziente dai medici sono state o la “pillola del giorno dopo” o attendere 3 mesi per effettuare il test del DNA e in seguito decidere se proseguire con la gravidanza. La coppia ha optato per la pillola, ma non ha esitato a denunciare questo errore dell’ospedale.

 

Scambio di provette durante la fecondazione assistita e risarcimento danni:

Come detto, la coppia aveva avanzato una richiesta di 500mila euro di risarcimento danni, ma ne sono stati riconosciuti solo 10mila alla donna e 3.500 al marito. Questo perché sono stati riconosciuti a entrambi il danno esistenziale e da sofferenza morale, ma non quello per il lutto per il figlio perso. In generale, in caso di errore dell’ospedale, per chiedere risarcimento danni l’errore deve essere provato e per poterlo provare vi deve essere un medico a farlo. Il consiglio è quindi di prendere tutta la documentazione necessaria al fine di poter provare che di un errore si tratta e con questa rivolgersi a un avvocato che possa verificare, insieme a un medico legale, gli estremi dell’accaduto.

Il risarcimento danni è materia conosciuta dagli avvocati “AL Assistenza Legale”, questi ultimi vantano infatti forte esperienza sulla malasanità. Per consulenza legale contatta 800 031760, numero verde sempre attivo.

 

AL Assistenza Legale

Dott. Claudio Bonato

www.alassistenzalegale.it

Scambio di provette

Hanno parlato di noi

Contattaci

Lunedì – Venerdì: 9.00 – 13.00 / 14.30 – 19.00

Lunedì – Venerdì:
9.00 – 13.00 / 14.30 – 19.00

image_pdf Scarica articolo in formato PDF