Risarcimento danni per infortunio in un negozio

Tu sei qui:

Risarcimento danni per infortunio in un negozio: ecco cosa prevede la legge e come far valere al meglio i propri diritti per ottenere un indennizzo.Cosa prevede la legge sul risarcimento danni per infortunio in un negozio? Che si tratti di un pavimento bagnato o di uno scalino non ben visibile, se l’incuria del gestore del negozio o dell’attività commerciale dovesse causare un incidente a uno dei clienti o dei fruitori del locale, lo stesso gestore sarà responsabile di quanto accaduto. Quindi sarà tenuto a risarcire i danni dell’infortunio avvenuto a seguito dell’incidente. Questo a meno che il gestore dell’attività non dimostri il caso fortuito in quanto è successo.

 

 

Risarcimento danni per infortunio in un negozio, la legge

 

Il Codice Civile è chiaro sulle responsabilità in caso di incidenti all’interno di negozi o attività commerciali che provochino degli infortuni. Infatti all’articolo 2051 il Codice afferma esplicitamente: “Ciascuno è responsabile del danno cagionato dalle cose che ha in custodia, salvo che provi il caso fortuito.” Siccome il gestore dell’attività commerciale è il responsabile degli ambienti interni alla stessa, se l’incuria di questi ultimi dovesse essere causa di un incidente per un cliente, allora il titolare del negozio sarà tenuto a risarcire i danni.

 

Risarcimento danni per infortunio in un negozio, cosa fare?

 

Come abbiamo visto, il gestore del negozio o dell’attività commerciale è responsabile di quanto accade negli spazi dell’attività in quanto custode degli oggetti presenti all’interno dell’intero negozio. Per questo motivo dovrà risarcire i danni causati dalle cose sotto il suo controllo e la sua vigilanza.  Ma per poter ottenere un risarcimento danni, la vittima di un infortunio in un negozio, dovrà prima dimostrare il nesso di casualità tra la cosa in custodia e il danno subito. Se si dimostrerà questo nesso di casualità, allora si avrà diritto a un risarcimento per quanto subito a causa dell’infortunio. Ma questo non accade automaticamente. Infatti il gestore può dimostrare l’esistenza del caso fortuito.

 

 

Risarcimento danni per infortunio in un negozio, il caso fortuito

 

Esiste infatti un caso nel quale il gestore del negozio non sarà ritenuto responsabile, e quindi non dovrà risarcire eventuali danni.  Questo accade se il gestore può fornire la prova dell’esistenza di un caso fortuito in quanto accaduto. Quindi che quanto avvenuto sarebbe successo anche se si fosse applicata la massima cura e attenzione alla gestione delle cose in custodia. E che quindi l’infortunio del proprio cliente non si sarebbe potuto evitare, nemmeno grazie alla integerrima condotta del gestore. Questo a causa della totale imprevedibilità e eccezionalità dell’evento che ha provocato l’incidente.

 

 

Risarcimento danni, come funziona

Per poter chiedere risarcimento danni devono sussistere questi punti imprescindibili:

 

  • Si deve aver subito un danno.
  • Vi deve essere un comportamento scorretto o illegittimo di qualcuno.
  • Deve esistere un nesso causale tra il comportamento scorretto e il danno subito.
  • Si deve poter provare che il nesso causale tra comportamento e danno sia effettivo.

 

Il consiglio, per chi abbia subito danni a causa di un infortunio in un negozio, è quello di rivolgersi a un avvocato per poter far valere al meglio i propri diritti.

 

 

AL Assistenza Legale

Dott. Claudio Bonato

www.alassistenzalegale.it

 

Risarcimento danni per infortunio in un negozio

image_pdfScarica articolo in formato PDF