La realtà aumentata è uno dei risultati della tecnologia digitale in continua evoluzione. La possiamo definire come la rappresentazione di una realtà virtuale o remota in cui, alla normale realtà percepita dai nostri sensi, vengono sovrapposte informazioni artificiali e digitali. Si tratta di un’espansione della nostra percezione sensoriale in modo che possiamo vedere o percepire più cose contemporaneamente e sviluppare la nostra intelligenza. Chissà quante altre applicazioni nel campo del diritto potrà avere, quando l’amministrazione della giustizia sarà veramente efficiente e non richiederà più spostamenti fisici per le udienze e i processi. Ripropongo una mia nota dell’anno 2019  ancora attuale.

Avv. Giovanni Bonomo – Diritto 24