Risarcimento per danni causati da edificio in rovina

Tu sei qui:

Risarcimento per danni causati da edificio in rovinaRisarcimento per danni causati da edificio in rovina

È possibile ottenere un congruo risarcimento danni qualora si sia vittima di danni causati da un edificio in rovina?

Le possibilità che un calcinaccio, una tegola o dei frammenti pericolosi cadono dal tetto di una cosa non sono poi così remote.

Specialmente se si vive a ridosso di un immobile tenuto in pessime condizioni.

Risarcimento per danni causati da edificio in rovinaRisarcimento per danni causati da edificio in rovina: la legge

Qualora si subisca un danno a causa della cattiva manutenzione di un edificio in rovina vi è la possibilità di ottenere un indennizzo economico.

La legge, infatti, tutela il cittadino che subisce dei danni facendo pagare un indennizzo al proprietario responsabile.

Non sarebbero pochi gli esempi di danni, specialmente fisici, che la cattiva, o nulla, manutenzione di un edificio in rovina possono procurare a un qualsiasi cittadino passi lì vicino.

Dalla caduta di materiale al crollo di un infisso sono solo alcuni degli episodi che possono generare da una cattiva manutenzione. I danni che ne scaturiscono possono essere purtroppo molto gravi e pesanti per chi, sfortunatamente, li subisce.

Risarcimento per danni causati da edificio in rovinaRisarcimento per danni causati da edificio in rovina: l’articolo 2053 del Codice civile

Secondo la giustizia italiana, la responsabilità per i danni da rovina di edificio è addebitabile al proprietario dell’immobile.

Questo è ribadito anche dal Codice civile, attraverso l’articolo 2053.

Tale articolo sostiene come il proprietario sia tenuto a vigilare e provvedere alla manutenzione dello stabile. Ciò al fine di evitare pericoli che possano cagionare danni a terzi.

Qualora la manutenzione non venga effettuata e questo determini un danno a qualcuno, il proprietario dell’immobile è tenuto a risarcire la vittima.

Risarcimento per danni causati da edificio in rovinaRisarcimento per danni causati da edificio in rovina: il caso fortuito

È possibile che il proprietario dell’immobile in questione possa dimostrare di non essere responsabile del sinistro. Solo se sarà in grado di dimostrare di trovarsi dinanzi a un caso fortuito, egli non sarà tenuto a risarcire alcun danno.

Nel caso in cui l’immobile sia in locazione, la responsabilità ricadrà sempre sul proprietario dell’immobile (il conduttore) e non sull’inquilino.

È infatti onere del proprietario verificare e approntare tutti gli interventi possibili alla reale manutenzione dell’edificio e degli elementi strutturali dello stesso ( le mura, il tetto…).

Quando si ha diritto a un risarcimento danni?

 

Per poter chiedere risarcimento danni devono sussistere questi punti imprescindibili:

  • Si deve aver subito un danno.
  • Vi deve essere un comportamento scorretto o illegittimo di qualcuno.
  • Deve esistere un nesso causale tra il comportamento scorretto e il danno subito.
  • Si deve poter provare che il nesso causale tra comportamento e danno sia effettivo.

 

Il consiglio, per chi abbia subito danni a causa di un edificio in rovina, è quello di rivolgersi a un avvocato per poter far valere al meglio i propri diritti.

 

AL Assistenza Legale

Dott. Claudio Bonato

www.alassistenzalegale.it

 

 

 

Risarcimento per danni causati da edificio in rovina

image_pdfScarica articolo in formato PDF