Risarcimento danni per padre che rifiuta contatti coi figli

Tu sei qui:

Risarcimento danni per padre che rifiuta contatti coi figli Risarcimento danni per padre che rifiuta contatti coi figli  

Quando una coppia di genitori si separa purtroppo escono allo scoperto modalità di interagire con i propri figli che mai si vorrebbero vivere.

Molto spesso i padri, allontanati dalla casa di famiglia si allontanano non solo dalla moglie ma anche dalla gestione dei propri figli.

Un abbandono che si origina dalla divisione ma che spesso è la conferma di un comportamento intrapreso già prima della separazione dalla coniuge.

Risarcimento danni per padre che rifiuta contatti coi figli Risarcimento danni per padre che rifiuta contatti coi figli: l’obbligo del genitore

Con questo comportamento però il padre mette in atto un atteggiamento che può portarlo fino davanti ai giudici.

Il fatto di non provvedere al mantenimento dei figli costituisce un reato molto grave. Questo vale sia per un genitore che lavora, sia per un genitore disoccupato.

Se un giudice ha stabilito una determinata cifra che il padre deve dare al figlio per mantenerlo e provvedere alla sua crescita, ciò è un obbligo che il padre deve rispettare.

Pagando le cifre di mantenimento, non si esaurisce l’impegno del genitore verso i propri figli.

Il padre infatti non può esimersi dall’interessarsi dei rapporti personali con la prole.

Risarcimento danni per padre che rifiuta contatti coi figli Risarcimento danni per padre che rifiuta contatti coi figli: la legge

Una recente sentenza del tribunale di Milano, la numero 2938/17 del 13 luglio 201, ha stabilito che il padre indifferente che rifiuta i contatti coi figli paga loro i danni morali.

Per stabilire quando un padre deve pagare un risarcimento danni ai figli trascurati si considerano alcuni punti fondamentali.

Un padre assente è colui il quale non partecipa in maniera attiva alle attività che la vita di un figlio implica.

Siano esse le partite di basket, la prima comunione, il saggio di fine anno e così via.

Risarcimento danni per padre che rifiuta contatti coi figli Risarcimento danni per padre che rifiuta contatti coi figli: come procedere

Un figlio, una volta raggiunta la maggiore età, o la madre quando il figlio è minore, può intentare una causa con richiesta di risarcimento danni al padre per averlo lasciato senza la sua presenza.

Ovvero senza un elemento fondamentale e imprescindibile per la sua crescita e il suo sviluppo.

In questo modo il figlio potrà dimostrare di aver subito un danno per la sua crescita sana ed equilibrata e ottenere un indennizzo.

 

Quando si ha diritto a un risarcimento danni?

 

Per poter chiedere risarcimento danni devono sussistere questi punti imprescindibili:

  • Si deve aver subito un danno.
  • Vi deve essere un comportamento scorretto o illegittimo di qualcuno.
  • Deve esistere un nesso causale tra il comportamento scorretto e il danno subito.
  • Si deve poter provare che il nesso causale tra comportamento e danno sia effettivo.

 

Il consiglio, per chi abbia subito danni a causa di un padre che rifiuta contatti coi figli, è quello di rivolgersi a un avvocato per poter far valere al meglio i propri diritti.

 

AL Assistenza Legale

Dott. Claudio Bonato

www.alassistenzalegale.it

 

 

 

Risarcimento danni per padre che rifiuta contatti coi figli

image_pdf Scarica articolo in formato PDF