Risarcimento danni dai vicini rumorosi

Tu sei qui:

Risarcimento danni dai vicini rumorosi, ecco cosa prevede la legge e come far valere i propri diritti al meglio per ottenere un indennizzo.Stereo ad alto volume, impianto dolby surround acceso anche a tarda notte, ma anche feste che si protraggono fino alle prime ore del mattino, quante volte chi è costretto a subire situazioni come queste si è chiesto se si può pretendere e ottenere un risarcimento danni dai vicini rumorosi. Questa domanda, specialmente per chi abita in città, viene purtroppo posta sempre più spesso. Soprattutto se la causa dei rumori sono locali notturni posti nella palazzina dove si abita. Come si possono far valere i propri diritti in questi casi?

 

 

Risarcimento danni dai vicini rumorosi, come si può provare di aver subito un danno?

 

Normalmente, per poter pretendere un risarcimento danni dai vicini rumorosi, si deve poter provare di aver subito un danno psico-fisico a causa di quanto patito dal disturbo arrecato dagli stessi rumori. Ma una recente sentenza ha dato una buona notizia a tutti quelli che giornalmente subiscono rumori fastidiosi dai vicini. Infatti la Corte di Cassazione, con la sentenza n. 25424/16, ha affermato che ogni qualvolta si possa dimostrare che il rumore proveniente dall’abitazione di un vicino o da un locale superi la normale tollerabilità, chi subisce i danni da questi rumori non deve provare di aver subito una compromissione psico-fisica per ottenere un congruo risarcimento danni. L’indennizzo per quanto patito dovrà invece essergli riconosciuto in forma automatica.

 

 

Risarcimento danni dai vicini rumorosi, cosa si intende per normale tollerabilità?

 

Come abbiamo appena visto, i Giudici della Cassazione in una recente sentenza hanno stabilito che per aver diritto a un risarcimento danni dai vicini rumorosi sia sufficiente poter provare che i rumori prodotti superino la normale tollerabilità. Ma come si può intuire, la normale tollerabilità è un concetto piuttosto astratto, questo fa capire che ogni caso dovrà essere analizzato singolarmente. Per esempio, la normale tollerabilità in un contesto cittadino sarà sicuramente superiore a quella di un contesto di campagna. Infatti in città vi sono altri rumori che possono far aumentare i limiti di tollerabilità, cosa che invece la presumibile tranquillità di una casa in campagna non dovrebbe avere. Sembra quindi che i Giudici dovranno esprimersi caso per caso tenendo conto delle differenze di ognuno e giudicando di conseguenza. Ma come possiamo fare per dimostrare che la normale tollerabilità è stata superata?

 

 

Risarcimento danni dai vicini rumorosi, ecco come produrre le prove

 

E’ fondamentale ribadire che per poter dimostrare la presenza di un rumore intollerabile, non basta dar prova del solo fatto che si sia sentito del baccano, ma serve anche poter provare che questo rumore abbia passato i limiti di tollerabilità. Solitamente, per poter provare il superamento di questi limiti, ci si avvale di perizie fonometriche, grazie a queste si può accertare l’entità effettiva dei decibel prodotti dalla fonte di rumore. Ma a volte questo può essere difficile da fare. Pensiamo ad esempio al vicino di casa che è solito tenere il volume dello stereo alto fino a tarda notte. Quest’ultimo, consapevole della causa in atto, potrebbe tranquillamente tenere lo stereo spento o a basso volume e quindi le perizie non servirebbero a nulla. Per ovviare a problemi di questo tipo, sono sufficienti delle testimonianze di altri vicini, questi infatti dovranno affermare di aver sentito a loro volta i rumori intollerabili.

Con le testimonianze dei vicini si può ritenere di aver provato il fatto lesivo e avere quindi diritto a un risarcimento danni.

 

 

Risarcimento danni dai vicini rumorosi, come chiedere un indennizzo

 

Per poter chiedere risarcimento danni devono sussistere questi punti imprescindibili:

  • Si deve aver subito un danno.
  • Vi deve essere un comportamento scorretto o illegittimo di qualcuno.
  • Deve esistere un nesso causale tra il comportamento scorretto e il danno subito.
  • Si deve poter provare che il nesso causale tra comportamento e danno sia effettivo.

 

Il consiglio, per chi voglia ottenere un risarcimento danni dai vicini rumorosi è quello di rivolgersi a un avvocato per poter far valere al meglio i propri diritti.

 

AL Assistenza Legale

Dott. Claudio Bonato

www.alassistenzalegale.it

 

Risarcimento danni dai vicini rumorosi

image_pdfScarica articolo in formato PDF