Lesioni al partner e risarcimento danni

Tu sei qui:

Lesioni al partner e risarcimento danni: ecco i consigli dell'avvocato per far valere al meglio i propri dirittiLesioni al partner e risarcimento danni

 

E’ possibile che una fidanzata ottenga un risarcimento danni qualora il proprio partner subisca un grave incidente? Se il proprio fidanzato è vittima di un incidente nel quale subisce gravi danni fisici o perfino la morte, la Cassazione ha reso possibile l’ottenimento di un risarcimento danni pur non essendo legati da vincolo matrimoniale.

Lesioni al partner e risarcimento danni:  duratura e significativa comunanza di vita

La Costituzione, all’Art. 29, co. 1, parla chiaro:  “La Repubblica riconosce i diritti della famiglia come società naturale fondata sul matrimonio”. E’ evidente come un incidente possa causare l’impossibilità di creare una famiglia, se una dei due partner rimane vittima di un incidente, in maniera grave. Sarà compito del fidanzato o della fidanzata dimostrare la natura del rapporto, la durabilità della loro relazione, l’intenzione di portarla avanti  attraverso il matrimonio. In questo caso sarà possibile ottenere un risarcimento del danno patrimoniale, o morale.

Lesioni al partner e risarcimento danni:  la Cassazione del 2014

Attraverso le sentenze  n.7128 del 21.3.2013 e n. 46351 del 10.11.2014 i giudici hanno convenuto che una relazione può essere considerata tale pur se i due amanti non coabitano. Si afferma pertanto come non sia necessaria la convivenza affinché la relazione sia ritenuta valida al punto da poter ottenere un risarcimento dei danni.

E’ sufficiente dimostrare l’esistenza di un rapporto solido e duraturo, documentando la comunanza di intenzioni rispetto al futuro della coppia.

Lesioni al partner e risarcimento danni:  la Cassazione del 1994

Vent’anni prima la Cassazione con la sentenza  n.2988 del 28.3.1994 aveva riconosciuto il diritto al risarcimento anche al convivente more uxorio della vittima esclusivamente nel caso in cui il partner desse prova della reale convivenza con la vittima e il mutuo aiuto morale e materiale.

Lesioni al partner e risarcimento danni: la convivenza

I passi avanti compiuti in queste due decadi dimostrano come la Cassazione si sia adeguata a realtà attuali di relazione. Oggi è possibile ottenere un risarcimento danni per un incidente accaduto a un prossimo congiunto, non solo se si è legati da un vincolo di parentela, di matrimonio o di affinità con la vittima.

Anche la fidanzata o il fidanzato, pur non coabitando ma dimostrando di vivere un legame affettivo stabile e regolare, può ottenere un risarcimento danni.

 

 

Quando si ha diritto a un risarcimento danni?

 

Per poter chiedere risarcimento danni devono sussistere questi punti imprescindibili:

  • Si deve aver subito un danno.
  • Vi deve essere un comportamento scorretto o illegittimo di qualcuno.
  • Deve esistere un nesso causale tra il comportamento scorretto e il danno subito.
  • Si deve poter provare che il nesso causale tra comportamento e danno sia effettivo.

 

Il consiglio, per chi abbia subito danni a causa di incidente accaduto al proprio partner, è quello di rivolgersi a un avvocato per poter far valere al meglio i propri diritti.

 

AL Assistenza Legale

Dott. Claudio Bonato

www.alassistenzalegale.it

image_pdfScarica articolo in formato PDF