I testimoni per ottenere un risarcimento danni

Tu sei qui:

I testimoni per ottenere un risarcimento danniI testimoni per ottenere un risarcimento danni

Quando si rimane vittima di un incidente stradale è molto probabile che il proprio veicolo resti danneggiato. In casi come questo è bene appurare di chi sia la responsabilità.

Spesso un tamponamento causa danni al paraurti e magari anche un bel colpo della strega a chi è al volante della vettura tamponata.

Sono solo alcuni dei danni che un sinistro può causare e per i quali vi è la possibilità di ottenere un risarcimento danni.

I testimoni per ottenere un risarcimento danniI testimoni per ottenere un risarcimento danni: la legge

Tuttavia, per ottenere un congruo indennizzo per i danni patiti a causa dell’incidente stradale è bene sapere che entrambi i conducenti dei veicoli coinvolti devono concordare sulle responsabilità di uno nei confronti dell’altro. In questo caso si procederà con la stipula della classica constatazione amichevole.

Se così non fosse, o meglio se la dinamica dell’incidente non è chiara e uno dei due alla guida non è d’accordo, allora è necessario avviare l’iter di legge.

Qualora si giunga a dover avviare una procedura di legge per ottenere un risarcimento danni è necessario portare dei testimoni, qualora siano stati presenti al sinistro.

I testimoni sono una figura molto importante durante il procedimento.

I testimoni per ottenere un risarcimento danniI testimoni per ottenere un risarcimento danni: il loro ruolo

Vanno indicate le loro generalità in maniera tempestiva, pena la non ammissibilità della loro presenza a testimoniare.

Affidarsi a un legale esperto permette di inviare facilmente una richiesta di indennizzo alla propria assicurazione. Tale documento, l’indennizzo diretto, va inviato fornendo data, ora, luogo, descrizione dei fatti, targhe e modelli dei veicoli, dati dei proprietari e dei conducenti.

A questi si aggiunga, se presenti, i dati anagrafici dei testimoni presenti sul luogo in cui si è verificato l’incidente stradale.

I testimoni per ottenere un risarcimento danniI testimoni per ottenere un risarcimento danni: le tempistiche

Se i dati dei testimoni non vengono indicati nella prima richiesta di indennizzo, la società assicuratrice ha il dovere di chiederli alla vittima entro sessanta giorni dal ricevimento della documentazione.

Questo avverrà tramite una raccomandata con ricevuta di ritorno. Dal momento in cui la vittima riceve la raccomandata, ha tempo altri sessanta giorni per fornire i dati dei testimoni presenti al momento del sinistro.

Nell’eventualità in cui queste tempistiche non vengano rispettate, non sarà possibile avvalersi della presenza dei testimoni.

Pertanto, la possibilità di ottenere un congruo indennizzo per i danni patiti potrà sfumare.

Attraverso la presenza di uno o più testimoni è possibile infatti chiarire la dinamica dell’incidente.

Quando si ha diritto a un risarcimento danni?

 

Per poter chiedere risarcimento danni devono sussistere questi punti imprescindibili:

  • Si deve aver subito un danno.
  • Vi deve essere un comportamento scorretto o illegittimo di qualcuno.
  • Deve esistere un nesso causale tra il comportamento scorretto e il danno subito.
  • Si deve poter provare che il nesso causale tra comportamento e danno sia effettivo.

 

Il consiglio, per chi abbia subito danni a causa di un incidente stradale, è quello di rivolgersi a un avvocato per poter far valere al meglio i propri diritti.

 

AL Assistenza Legale

Dott. Claudio Bonato

www.alassistenzalegale.it

 

 

 

 

I testimoni per ottenere un risarcimento danni

image_pdfScarica articolo in formato PDF