Avvocato per danni da ristrutturazione

Tu sei qui:

avvocato per danni da ristrutturazione: ecco cosa prevedev la legge e come far valere al meglio i propri diritti per ottenere un risarcimento danni.Avvocato per danni da ristrutturazione.

I vicini di casa cominciano dei lavori di ristrutturazione dell’appartamento e il tarlo che perseguita le nostre menti è sempre lo stesso: speriamo che non arrechino dei danni alla mia proprietà durante lo svolgersi dei lavori. Chiunque abiti in condominio ha ben presente quale sia la frequenza di ristrutturazioni di vario tipo effettuate nelle diverse abitazioni. Una volta tocca a un bagno, l’altra a una cucina, poi l’arrivo dei nuovi condomini e le ristrutturazioni si susseguono. Lasciamo perdere per ora i disturbi causati dai rumori di martelli pneumatici, frese e altri strumenti da lavoro, perchè durante dei lavori di ristrutturazione esiste la possibilità, purtroppo assai frequente, di arrecare dei danni alle proprietà dei vicini. Questi danni possono purtroppo risultare anche gravi, basti pensare a quando si interviene sulle tubature. Chi non ha mai pensato di tornare a casa e di trovarla allagata a causa della perdita di un tubo dovuta ai lavori dei vicini, ma anche di trovare pareti o soffitti rovinati, per non parlare di mobili o quadri di valore. In casi come questo chi è il responsabile e a chi posso chiedere un risarcimento danni? Cosa prevede la legge in merito?

 

Avvocato per danni da ristrutturazione, chi è il responsabile?

 

La prima domanda che ci si deve fare, in caso si subissero dei danni a causa di una ristrutturazione dei vicini, è chi sia il responsabile. La risposta è piuttosto chiara: il responsabile è il proprietario dell’immobile dove si stanno effettuando i lavori. Questa responsabilità sussiste anche se il danno che è stato arrecato è causa di disattenzioni o imperizie dell’impresa alla quale la proprietà si è affidata. La domanda di risarcimento dei danni danni andrà quindi sempre rivolta alla proprietà dell’immobile. Sarà poi eventualmente quest’ultima a rivalersi a sua volta sull’impresa e quindi presumibilmente sull’assicurazione della stessa. Ma quello che ci interessa è che se dovessimo subire dei danni a causa di una ristrutturazione dei vicini di casa, il nostro riferimento per far valere i nostri diritti, sarà sempre la proprietà dell’immobile dove si sono svolti i lavori.

 

Avvocato per danni da ristrutturazione, ecco cosa fare

 

Mantenere la calma è in assoluto il primo buon consiglio da seguire. Anche se dovessimo trovare il nostro appartamento completamente allagato, le classiche sfuriate con i vicini sono qualcosa di inutile e che potrebbe anche diventare controproducente.

Seguendo invece questi passi potrete far valere i vostri diritti al meglio.

  • La prima cosa da fare da fare per ottenere un risarcimento danni è quello di informare il proprietario dell’appartamento dove si stanno eseguendo i lavori e l’amministratore di condominio del danno subito. Per farlo è sufficiente una telefonata, anche se sarebbe meglio una mail o un fax. Quindi, prima di cercare di pulire o sistemare i beni danneggiati, è necessario fare delle foto dei danni.
  • Quindi, se passati alcuni giorni non ricevete risposta dal proprietario o solo promesse vaghe, il consiglio è quello di rivolgersi a un avvocato che possa far valere al meglio i vostri diritti.
  • Tramite un legale si dovrà scrivere una lettera formale con la quale si chiede un indennizzo per i danni subiti. Secondo la legge, se il danno non dovesse superare i 50.000 euro, la richiesta di risarcimento dovrà essere preceduta da un tentativo di negoziazione assistita. Il legale, quindi, rispettando determinate formalità all’interno della missiva, deve inviare la stessa al soggetto responsabile.
  • Solo trascorsi alcuni giorni , sarà possibile agire ulteriormente.

Questo è un modo di procedere estremamente consigliabile, innanzitutto perché darete fin da subito una chiara idea di serietà nelle vostre pretese. Inoltre sarete sicuri di non commettere errori, inoltre le spese per l’avvocato verranno rimborsate.

 

Quando si ha diritto a un risarcimento danni?

 

Per poter chiedere risarcimento danni devono sussistere questi punti imprescindibili:

  • Si deve aver subito un danno.
  • Vi deve essere un comportamento scorretto o illegittimo di qualcuno.
  • Deve esistere un nesso causale tra il comportamento scorretto e il danno subito.
  • Si deve poter provare che il nesso causale tra comportamento e danno sia effettivo.

Il consiglio, per chi abbia subito danni a causa di lavori di ristrutturazione, è quello di rivolgersi a un avvocato per poter far valere al meglio i propri diritti.

Avv. Cristiano Cominotto 

www.alassistenzalegale.it

Avvocato per danni da ristrutturazione

Contattaci

Lunedì – Venerdì: 9.00 – 13.00 / 14.30 – 19.00

Lunedì – Venerdì:
9.00 – 13.00 / 14.30 – 19.00

image_pdf Scarica articolo in formato PDF