Alienazione parentale e risarcimento del danno

Tu sei qui:

Risarcimento danni per padre che rifiuta contatti coi figliAlienazione parentale e risarcimento del danno, che cosa significa e cosa prevede la legge? Ogni volta in cui vi è un genitore che tenta di allontanare i figli dal proprio coniuge. Impedendogli per esempio di vederli nelle ore e nei giorni prestabiliti. Ma anche parlando continuamente male ai figli del genitore. Provocando quindi dei sentimenti negativi nei bambini tali da scatenare la volontà degli stessi a non voler più vedere il proprio padre o la propria madre. Allora il genitore che subisce tutto questo ha diritto a chiedere e ottenere un risarcimento danni per quanto patito.

Alienazione parentale e risarcimento del danno, cosa prevede la legge?

A onor del vero non tutti gli esperti in materia sono concordi sull’esistenza o meno di una patologia dei bambini legata all’alienazione parentale, ma la legge ha le idee chiare e ha sempre considerato illecito negare a un genitore di vedere i propri figli. Così come negare ai figli la presenza dei propri genitori. Sono inoltre numerosi i Giudici che prevedono il diritto a un risarcimento danni al genitore al quale viene negato di vedere i propri figli. O al coniuge che ha perso l’affetto dei propri figli a causa di un comportamento scorretto dell’ex partner. Quest’ultimo deve parlare male e insultare in maniera sistematica l’ex marito o l’ex moglie fino a convincere i figli che è meglio non vedere più il genitore in questione. Quest o tipo di indennizzi non risulta nemmeno lieve.

Alienazione parentale e risarcimento del danno, la sentenza

La sentenza più recente in merito al risarcimento danni per alienazione parentale arriva dal Tribunale di Roma, nello specifico conPrescrizione e prova della responsabilità medica avvocato risarcimento danni la n. 567/16. In questa occasione i Giudici hanno riconosciuto un risarcimento danni di 20.000 euro per quanto patito da un padre. La ex moglie di quest’ultimo si era prodigata in una continua denigrazione dell’uomo davanti ai propri figli. Questo aveva portato questi ultimi a non voler più vedere il padre. Secondo quanto i Giudici hanno affermato, questo tipo di comportamento ha leso il diritto di genitorialità tutelato dalla Costituzione.

Risarcimento danni, di cosa si tratta?

Per poter chiedere risarcimento danni devono sussistere questi punti imprescindibili:

  • Si deve aver subito un danno.
  • Vi deve essere un comportamento scorretto o illegittimo di qualcuno.
  • Deve esistere un nesso causale tra il comportamento scorretto e il danno subito.
  • Si deve poter provare che il nesso causale tra comportamento e danno sia effettivo.

AL Assistenza Legale

Dott. Claudio Bonato

www.alassistenzalegale.it

Alienazione parentale e risarcimento del danno

image_pdfScarica articolo in formato PDF