Albero caduto e risarcimento danni

Tu sei qui:

Albero caduto e risarcimento danni: ecco cosa prevede la legge e come far valere al meglio i propri diritti per ottenere un indennizzo.Cosa prevede la legge italiana in caso di un albero caduto e risarcimento danni? Forti piogge, alle quali si aggiungono raffiche di vento e un’incuria della manutenzione del verde pubblico, possono portare alla caduta di un albero. Quest’ultimo, se tutto dovesse andare per il meglio, potrebbe cadere a terra o su un bene privato. Ma l’ipotesi che esso possa far male a qualcuno non è così remota. Basti pensare a un automobilista che passi con la sua vettura o a un pedone sul marciapiede accanto all’albero. In casi come questi, chi è il responsabile dei danni cagionati dall’albero? Chi quindi risarcirà i danni?

 

 

Albero caduto e risarcimento danni, cosa prevede la legge?

La legge prevede che “Ciascuno è responsabile del danno cagionato dalle cose che ha in custodia, salvo che provi il caso fortuito”. Questo è quanto afferma esplicitamente l’articolo 2051 del Codice Civile. Questo vuol dire che, se l’ente manutentore del verde non avesse cura dello stesso e la sua incuria provocasse la caduta di un albero o di un ramo, allora l’ente sarebbe responsabile dei danni cagionati da questa caduta. Questo è sempre valido, a meno che l’ente manutentore stesso non provi il caso fortuito. Cioè che l’accaduto sia stato provocato da una situazione imprevedibile e che, nonostante si sia presa ogni precauzione possibile, non si sia riusciti a evitare quanto successo.

 

 

Albero caduto e risarcimento danni, individuare le responsabilità

 

Come abbiamo detto, l’ente manutentore del verde che conteneva l’albero è il responsabile dei danni provocati dalla caduta dello stesso. Ma per poter individuare la responsabilità, si deve per forza di cose trovare l’ente manutentore. Per riuscire a fare questo si dovrà fare riferimento al Codice della Strada. All’interno di questo infatti si trova la distinzione tra strade statali, regionali, provinciali e comunali. Inoltre, lo stesso Codice obbliga l’ente di riferimento a garantire la sicurezza e la fluidità della circolazione. Questo curando la manutenzione, la pulizia delle strade, delle pertinenze, degli impianti, dei servizi e facendo periodici controlli tecnici. Siccome il marciapiede è considerato pertinenza della strada, l’albero caduto dal verde sito sullo stesso marciapiede è responsabilità dell’ente manutentore della strada.

 

 

Albero caduto e risarcimento danni, cosa fare?

 

Per poter chiedere risarcimento danni devono sussistere questi punti imprescindibili:

 

  • Si deve aver subito un danno.
  • Vi deve essere un comportamento scorretto o illegittimo di qualcuno.
  • Deve esistere un nesso causale tra il comportamento scorretto e il danno subito.
  • Si deve poter provare che il nesso causale tra comportamento e danno sia effettivo.

 

Il consiglio, per chi abbia subito danni a causa di un albero o un ramo caduto, è quello di rivolgersi a un avvocato per poter far valere al meglio i propri diritti.

 

 

AL Assistenza Legale

Dott. Claudio Bonato

www.alassistenzalegale.it

 

 

Albero caduto e risarcimento danni

image_pdfScarica articolo in formato PDF