Risarcimento danni ASL condannata rifiuta il pagamento

Tu sei qui:

Risarcimento danni ASLRisarcimento danni ASL

Cosa accade se la clinica nella quale si subisce un danno biologico fallisce? Chi tutela lo sfortunato cittadino nel caso in cui, a distanza di decenni, una sentenza non riesce a stabilire da quale ente riceverà l’indennizzo per il danno subìto?

  • Risarcimento danni ASL: i fatti

Una vicenda, esemplare per questo tipo di questione, ha luogo a Bari, ed inizia ben trentadue anni fa. Un giovane barese, all’epoca ventiseienne, durante una partita di calcetto subisce un incidente in campo che lo costringe alle cure ospedaliere. Al Policlinico consigliano il trasferimento presso una clinica privata, confidando nell’abilità di un noto ortopedico lì in servizio. La prima operazione porta il giovane alla perdita dell’uso di una mano. Durante la seconda, avvenuta invece al Policlinico, gli viene reciso il tendine. Un ulteriore ricovero, questa volta al Cto di Firenze, chiude il cerchio per estrarre dal suo corpo una garza, accidentalmente rimasta all’interno del suo braccio durante la prima operazione. A tutto ciò è seguita una denuncia.

  • Risarcimento danni ASL: la decisione della Corte d’Appello

Ebbene, ventotto anni dopo, la Corte d’Appello ha stabilito che a risarcire il giovane barese avrebbero dovuto essere sia l’ortopedico che il proprietario della clinica privata, entrambi deceduti. Nel frattempo la clinica è stata chiusa.

  • Risarcimento danni ASL: la cifra è di circa seicentomila euro

La palla è rimbalzata alla Asl di Bari, che in questo caso dovrebbe rispondere anche per la clinica ma che non intende pagare la cifra di circa seicentomila euro, a tanto ammonta il risarcimento danni. Lo scorso inverno, l’allora dg della Asl aveva accettato di pagare l’indennizzo dovuto; oggi invece il nuovo dg pone un secco rifiuto ad attuare la transizione affermando che: “Quella delibera era stata adottata dal direttore generale facente funzioni in un momento in cui poteva svolgere solo attività ordinaria. In questa vicenda non siamo ancora arrivati all’ultimo grado di giudizio. Siamo stati condannati in solido con la casa di cura privata che aveva causato gran parte del danno, ma questo non significa che dobbiamo pagare tutto noi.”

  • Risarcimento danni ASL: conclusioni

Molto probabilmente la conclusione della vicenda tarderà ad arrivare, ma col passare del tempo lieviteranno anche gli interessi spettanti a quel giovane ormai sessantenne.

Dott. Claudio Bonato

AL Assistenza Legale

www.alassistenzalegale.it

Risarcimento danni ASL

image_pdfScarica articolo in formato PDF