Richiesta risarcimento danni per molestie telefoniche: ottenuto maxi risarcimento

Tu sei qui:

Richiesta risarcimento danniRichiesta risarcimento danni:

Non sarebbe certamente il primo caso di disturbo della privacy quello subìto da Araceli King, una donna americana vittima di un vero e proprio caso di “stalking telefonico”. A disturbare la donna a suon di telefonate però non è stato il classico amante focoso e respinto, bensì una compagnia telefonica statunitense: la Time Warner Inc..

  • Richiesta risarcimento danni: caso di stalking telefonico?

A quanti è capitato di rientrare la sera a casa e sentirsi chiamati al telefono per qualunque tipo di promozione o offerta dell’ultimo minuto? La signora in questione vanta però un incredibile primato, il numero delle telefonate da lei subite ammonta, in un periodo più breve di un anno, alla strabiliante cifra di 153, quasi una ogni due giorni.

  • Richiesta risarcimento danni: un elevato numero di chiamate

La compagnia telefonica, secondo quanto riportato dalle cronache, avrebbe telefonato alla signora per proporle contratti e promozioni come accade anche in Italia. Ma la vicenda ha del surreale dal momento che la Time Warner Inc. durante il processo avrebbe giustificato lo spropositato numero di chiamate affermando di cercare il vecchio proprietario del numero ora intestato alla signora King, tale signor Luiz Perez. Trovando al telefono solo la signora King, non contenti, non avrebbero desistito dal continuare a disturbarla a giorni alterni. Ebbene, anche dopo la consegna della denuncia alla compagnia da parte della signora King, le telefonate non si sono fatte mancare.

  • Richiesta risarcimento danni: la decisione del Tribunale

Ad oggi, il Giudice federale di Manhattan ha stabilito che la compagnia è nel torto, per aver letteralmente tempestato la tranquillità della signora King con telefonate inopportune e fastidiose, tanto da violare la Telephone Consumer Protection Act, una legge americana che gestisce la privacy telefonica dell’utenza domestica dal 1991.

  • Richiesta risarcimento danni: 200 Mila euro di risarcimento

La Time Warner Inc. è stata costretta a versare alla donna un risarcimento danni di 230 mila dollari, pari a 200 mila euro circa.

Dott. Claudio Bonato

AL Assistenza Legale

Richiesta risarcimento danni

 

 

 

 

image_pdfScarica articolo in formato PDF