INCIDENTE ROMPE LA ROTULA ED ATTENDE IL RISARCIMENTO DA 21 MESI PER PROBLEMI BUROCRATICI

Tu sei qui:

Incidente rompe la rotulaIncidente rompe la rotula: sono 21 mesi che N.A. Imbianchino di 62 anni di Senna (Lodi) sta aspettando un risarcimento danni per una frattura della rotula che avvenne a seguito di un incidente dove l’uomo fu investito, ma l’assicurazione si rifiuta di pagare.

  • Incidente rompe la rotula: come si sono svolti i fatti

Era il 6 ottobre 2013 quando l’uomo, tornando a casa da lavoro, venne investito dall’auto di un vicino mentre quest’ultimo usciva dal proprio box. In seguito a questo incidente riportò una frattura alla rotula. Frattura per la quale fu costretto a subire 4 operazioni, ma anche dopo queste ultime la situazione non è tornata nella norma. Infatti tuttora il 62enne non riesce a stare in piedi se non con l’ausilio di stampelle. Questo gli ha impedito fino ad ora di lavorare e di mantenere la propria famiglia.

 

  • Incidente rompe la rotula: un problema con l’agenzia infortunistica incaricata

 

Il problema è che la pratica dell’interessato sembrerebbe sia finita presso l’agenzia infortunistica piacentina che  tempo fa fu implicata in un giro di falsi incidenti e truffe alle assicurazioni, Giro che aveva portato anche all’arresto di un ex assessore. Inoltre, il perito incaricato dall’assicurazione per gli accertamenti del caso in questione ha sostenuto l’incompatibilità tra il danno riportato dall’uomo e l’incidente. L’imbianchino però afferma che prima di essere investito stava bene e riusciva a lavorare.

 

  • Incidente rompe la rotula: era stata messa in discussione la veridicità del danno

 

Esasperato dalla situazione, l’uomo si è però rivolto a un avvocato. Solo grazie all’aiuto e al lavoro di quest’ultimo ha scoperto che effettivamente è da giugno dello scorso anno che la sua pratica è nello stallo in cui si trova a causa di una sorta di “pregiudiziale” rispetto alla veridicità del danno patito. Questo a causa delle operazioni sostenute dai Carabinieri  nel sopracitato caso di truffe alle assicurazioni.

 

  • Incidente rompe la rotula: la pratica era finita nell’ufficio sbagliato

 

L’avvocato a cui si è rivolto afferma che  “…il diritto fatto valere dal signor N.A. sussista, semmai potrà essere oggetto di valutazione il quantum dell’indennizzo. Il problema è che al momento dell’uscita del perito, la pratica, prima gestita da una collega di Milano, è stata appoggiata all’ufficio oggetto d’indagine per i falsi sinistri.”

 

Dott. Claudio Bonato

AL Assistenza Legale

 

Incidente rompe la rotula

 

image_pdf Scarica articolo in formato PDF