Avvocato per infortunio durante orario di scuola

Tu sei qui:

latte e miele Avvocato per infortunio durante orario di scuola

Dove finisce la responsabilità della scuola nei confronti degli alunni?

Qual è il limite di responsabilità al quale devono attenersi gli insegnanti?

Ogni mattina, quando si affidano i propri figli alla scuola scatta per il corpo docente e chi lavora all’interno della struttura scolastica una grande responsabilità.

Garantire la sicurezza e la vigilanza di un numero consistente di minori per un lasso di tempo così ampio come la durata delle lezioni no è cosa da poco.

Ma è un argomento che, alla luce anche delle cronache, angustia e assilla la maggior parte dei genitori.

Avvocato per infortunio durante orario di scuolaAvvocato per infortunio durante orario di scuola: le responsabilità dell’istituto

Quando termina allora la responsabilità della scuola nei confronti degli alunni che la frequentano?

Quando terminano le lezioni, oppure quando i ragazzi escono dalla struttura? O ancora, gli alunni sono sotto la tutela degli insegnanti fino al loro arrivo a casa?

I casi che mettono in discussione la responsabilità della struttura scolastica verso i minori che la frequentano sono, dal punto di vista legale, molto numerosi.

Dato il grande numero di minori che frequentano la scuola, si può capire l’incidenza dei casi di sinistri e infortuni che capitano in questa sede.

Avvocato per infortunio durante orario di scuola:Avvocato per infortunio durante orario di scuola: la legge

Qualora un bambino si faccia male in maniera autonoma, per esempio si sloghi una caviglia camminando, la responsabilità non potrà ricadere sulla scuola ma sul ragazzino stesso.

Se invece l’eventi dannosa si verifica durante l’orario scolastico a causa di un comportamento errato nella vigilanza da parte del personale scolastico (insegnanti o collaboratori parascolastici) allora la responsabilità ricadrà indubbiamente sulla scuola.

Avvocato per infortunio durante orario di scuola:Avvocato per infortunio durante orario di scuola: la vicenda

Un caso, tristemente salito alla ribalta delle cronache, rende chiara la questione.

La vicenda ha come protagonista un bambino che, uscito dalla scuola, tenta di salire sul pullman all’interno del quale ci sono già tutti  suoi compagni.

Nessuno lo vede, nemmeno l’insegnante e lo studente rimane intrappolato tra le porte mentre l’automezzo comincia il suo tragitto.

Il bambino è deceduto e i suoi genitori hanno chiesto giustizia, addossando la colpa sulla scuola per non aver vigilato a sufficienza sul minore.

I giudici hanno dato ragione alla coppia di genitori sostenendo che fino a quando i figli sono a scuola e fino al momento della riconsegna ai genitori la responsabilità è dell’istituto scolastico.

 

Per sapere cosa prevede la legge, ascolta l’intervento completo dell’avvocato Cristiano Cominotto di AL Assistenza Legale su Radio LatteMiele.

 

 

Quando si ha diritto a un risarcimento danni?

 

Per poter chiedere risarcimento danni devono sussistere questi punti imprescindibili:

  • Si deve aver subito un danno.
  • Vi deve essere un comportamento scorretto o illegittimo di qualcuno.
  • Deve esistere un nesso causale tra il comportamento scorretto e il danno subito.
  • Si deve poter provare che il nesso causale tra comportamento e danno sia effettivo.

 

Il consiglio, per chi abbia subito danni a causa di infortunio a scuola, è quello di rivolgersi a un avvocato per poter far valere al meglio i propri diritti.

 

AL Assistenza Legale

Dott. Claudio Bonato

www.alassistenzalegale.it

 

 

 

 

 

Avvocato per infortunio durante orario di scuola

 

Contattaci

Lunedì – Venerdì: 9.00 – 13.00 / 14.30 – 19.00

Lunedì – Venerdì:
9.00 – 13.00 / 14.30 – 19.00

image_pdfScarica articolo in formato PDF