Coronavirus, le ultime norme per spostamenti merci e persone

Alla luce dell’ultimo decreto, firmato nella serata di mercoledì 11 marzo 2020 ed in vigore dal 12 al 25 marzo 2020, la «regola madre» rimane comunque la stessa: limitare al massimo gli spostamenti a eccezione di  «comprovate esigenze lavorative»?

Ma cosa  significa precisamente «comprovate esigenze lavorative»?

Nonostante rimanga sempre possibile uscire di casa per recarsi a lavoro, il Governo invita a prediligere, tutte le volte in cui ciò sia possibile, il ricorso alla modalità “semplificata” di lavoro agile quale strumento prioritario da utilizzare nella gestione dell’emergenza, al fine di minimizzare gli spostamenti e le presenze sul luogo di lavoro.

Per sapere cosa prevede la legge, leggi l’articolo completo dell’avvocato Cristiano Cominotto e della dott.ssa Cristina Sofia Barracchia di A.L. Assistenza Legale pubblicate su Affaritaliani.it per orientare i datori di lavoro e i lavoratori durante questo periodo di emergenza legato al coronavirus.