Risarcimento danni alla fidanzata non convivente

Tu sei qui:

Risarcimento danni alla fidanzata non convivente Risarcimento danni alla fidanzata non convivente 

Quali sono i casi nei quali una fidanzata o un fidanzato non convivente hanno diritto a ricevere un risarcimento danni a causa della perdita del proprio partner?

Si potrebbe pensare che solo le coppie sposate abbiano il diritto di veder risarcita la perdita del proprio compagno o compagna.

Risarcimento danni alla fidanzata non conviventeRisarcimento danni alla fidanzata non convivente: la Costituzione

Nonostante l’articolo 29 della Costituzione affermi che

“La Repubblica riconosce i diritti della famiglia come società naturale fondata sul matrimonio”

al contempo, la giustizia italiana ritiene che anche le coppie non sposate e non conviventi siano riconosciute al pari di quelle conviventi per quanto riguarda il risarcimento di un danno morale.

Questi potrebbe essere causato per esempio dalla perdita del proprio compagno o della propria compagna, ma anche da gravi danni subiti dal partner a causa di un incidente stradale o per colpa di un errore medico.

Risarcimento danni alla fidanzata non conviventeRisarcimento danni alla fidanzata non convivente: le sentenze

In particolare, sono tre le sentenze cui fare rifermento in casi simili a quelli appena citati.

  1. La sentenza numero 1011 del 26 marzo 2015, emessa dal tribunale di Firenze.
  2. La sentenza numero 7128 del 21 marzo 2013, emessa dalla Corte di Cassazione.
  3. La sentenza numero 46351 del 10 novembre 2014, emessa dalla Corte di Cassazione.

Risarcimento danni alla fidanzata non conviventeRisarcimento danni alla fidanzata non convivente: la legge

Dunque, secondo queste recenti sentenze la convivenza non è più ritenuta un elemento imprescindibile e necessario per valutare l’esistenza di un legame solido e duraturo nella relazione di coppia che un tempo era imprescindibile per la concessione di un risarcimento danni.

Secondo la legge l’importante è che tra i due partner vi sia stata una duratura e significativa comunanza di vita e di affetti.

Risarcimento danni alla fidanzata non conviventeRisarcimento danni alla fidanzata non convivente: oneri del partner

Tuttavia, sarà onere del partner che chiede l’indennizzo per i danni morali patiti dimostrare al giudice la natura del rapporto che intercorre o intercorreva con la vittima del sinistro.

Gli elementi necessari per ottenere un risarcimento sono da un lato la durata significativa della relazione, dall’altro l’intenzione di contrarre il matrimonio con il proprio partner.

Quando si ha diritto a un risarcimento danni?

 

Per poter chiedere risarcimento danni devono sussistere questi punti imprescindibili:

  • Si deve aver subito un danno.
  • Vi deve essere un comportamento scorretto o illegittimo di qualcuno.
  • Deve esistere un nesso causale tra il comportamento scorretto e il danno subito.
  • Si deve poter provare che il nesso causale tra comportamento e danno sia effettivo.

 

Il consiglio, per chi abbia subito danni a causa di un grave incidente, è quello di rivolgersi a un avvocato per poter far valere al meglio i propri diritti.

 

AL Assistenza Legale

Dott. Claudio Bonato

www.alassistenzalegale.it

 

 

 

 

Risarcimento danni alla fidanzata non convivente

image_pdfScarica articolo in formato PDF